Molise

 

Dove il volontariato cresce, nonostante le difficoltà

Tutoraggio allo studio per ragazzi in difficoltà sostenuto dal Csv (2016)
Tutoraggio allo studio per ragazzi in difficoltà sostenuto dal Csv (2016)

LE DIMENSIONI CONTENUTE DEL NON PROFIT. Con poco più di 300mila abitanti, il Molise è la regione a statuto ordinario più piccola e meno popolosa del Paese. In assoluto, è seconda solo alla Valle d’Aosta, ma rispetto a quest’ultima ha due province da cui nasceranno tre diversi centri di servizio per il volon­tariato che solo nel 2015 uniranno le forze in un unico progetto. Le dimensioni ge­ografiche e demografiche si fanno sentire quando si prendono in esame i dati sul terzo settore. Stando alla recente rilevazione campionaria delle istituzioni non pro­fit dell’Istat, infatti, il Molise è tra le regioni con la minore presenza di non profit su tutto il territorio italiano. Con lo 0,5 per cento di istituzioni non profit di tutta Italia, il Molise è secondo ancora una volta alla Valle d’Aosta che vede una presenza dello 0,4 per cento. Al terzo posto la Basilicata, con l’1 per cento del non profit italiano. Un dato del tutto unico per questa regione è invece quello del trend rispetto alla precedente rilevazione dell’Istituto nazionale di statistica. Secondo i dati Istat del 2017, che però si riferiscono al 2015, il numero di istituzioni non profit in Italia cresce in tutte le regioni se confronta­to con quello del 2011, ad eccezione proprio del Molise, l’unica regione a presentare nel panorama nazionale un decremento del 2 per cento. Andando a guardare i dati assoluti presentati dall’Istat, sono poco meno di 1,8mila le istituzioni non profit che operano sul territorio molisano, ovvero 57 ogni 10mila abitanti.

MA IL VOLONTARIATO È IN CRESCITA. Se i dati che riguardano il non profit nel suo complesso non sono positivi, quelli del volontariato hanno trend del tutto opposti. Secondo l’Istat, infatti, nella regione operano oltre 25mila volontari. Un dato in crescita rispetto al 2011 di oltre 13 punti percentuali.

Nel Molise operano poco più di 800 volontari per 10mila abitanti: uno ogni do­dici cittadini. In questo scenario si è sviluppata l’articolata esperienza dei centri di servizio per il volontariato molisani. Tre diversi centri operanti in tre distinte aree della regione, nonostante i numeri contenuti a livello demografico. Acesvo ha operato nella realtà di Campobasso fino al 2015. Nel territorio di Isernia, invece, ha operato il Cesvip, mentre nel basso Molise, con sede a Larino, ha operato Il melograno. Tre centri di servizio affidati a tre distinte associazioni di volontariato. Le stesse che il 1 settembre 2015 daranno vita al nuovo Csv Molise TREe”, non senza difficoltà.

Una unificazione che ha anticipato i tempi della riforma del terzo settore, ma che ad oggi, a detta degli stessi protagonisti del centro, non sembra ancora essere la configurazione definitiva.


logo csv molise

SCARICA IL PDF DEL CAPITOLO DEDICATO ALLA STORIA DEL CSV DEL MOLISE

CRONISTORIA E ATTIVITÀ

Social wall CSV

Torna su