Giornata dell’impegno contro le mafie: le iniziative dei CSV

Per la prima volta la manifestazione nazionale in programma il 21 marzo si terrà a Padova ma coinvolgerà in contemporanea tutto il territorio del nord est; diversi gli eventi organizzati in Italia anche in collaborazione con i centri di servizio 

di Clara Capponi

Sarà Padova la piazza principale della XXIV Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie; l’iniziativa nazionale, promossa da Libera e Avviso pubblico, per la prima volta non avrà come centro solo una città ma coinvolgerà contemporaneamente due regioni, Veneto e Friuli Venezia Giulia ma anche le province autonome di Trento e Bolzano.

L’idea del “passaggio a nord-est” – tema che contraddistingue questa edizione – è di esprimere vicinanza alle famiglie di chi ha perso la vita e a persone e associazioni che non si rassegnano alla violenza mafiosa in un territorio dove la mafia ha prosperato, come numerose vicende giudiziarie hanno dimostrato.

Anche quest’anno il 21 marzo – prima giornata di primavera - a Padova, in tutto il Triveneto, ma anche in tante altre città italiane, saranno letti i circa mille nomi di vittime innocenti delle mafie; semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali, morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere.

A Padova, che sarà anche la futura capitale europea del volontariato, la manifestazione è organizzata con il contributo del Centro di servizio locale che, per l’occasione ha chiamato a raccolta le associazioni, che saranno presenti ai gazebo per ricreare un “villaggio sociale” che rappresenti il territorio e la sua rete associativa.

Come il Csv padovano, anche altri centri di servizio sono impegnati per celebrare la giornata, coinvolgendo le associazioni locali; di seguito alcune iniziative raccolte da CSVnet.

 

In Valle d'Aosta il 21 marzo dal Forte di Bard partitrà un corteo organizzato dal comitato locale di Libera insieme al CSV locale; alle ore 11.00 è previsto l’arrivo in piazza d’Armi dove ci sarà la lettura dei nomi e il collegamento video con Padova per ascoltare le parole di Luigi Ciotti. Dalle ore 14.00 alle 17.00 ci saranno le attività pomeridiane, gli studenti della secondaria di primo grado parteciperanno alla caccia al tesoro della Memoria e al torneo del gioco dei 100 passi; mentre per gli studenti delle secondaria di secondo grado ma non solo, sarà possibile visitare la mostra interattiva “Brandelli di vite” (Sala Olivero), la mostra sulla "Strage di Punta Raisi" (Piazza d'Armi) e la mostra-concorso "Rapido 904" (Biblioteca di Hône); tutti i dettagli qui.

Per qualsiasi informazione potete contattarci al numero: 331 5605702 oppure alla mail aosta@libera.com

 

Sulla scorta dell’esperienza dello scorso anno a Como la giornata per il ricordo delle vittime delle mafie è in programma sabato 23 marzo, e coinvolgerà, oltre alla sede locale del CSV Insubria, anche le associazioni e istituzioni del comune.

Sempre sabato 23 marzo, la sede di Mantova del Csv Lombardia Sud, promuove un incontro in programma al centro congressi “Mamu” dalle 9 alle 12.

Per il 21 marzo a Ferrara il Csv Agire sociale sta cercando volontari per leggere alcuni dei nomi delle vittime di mafia durante la manifestazione in programma al palazzo municipale della città.

Il Csv Modena invece, insieme ai presidi locali di Libera, ha organizzato un pullman per raggiungere Padova (tutti i dettagli qui).

Nel Lazio la manifestazione si terrà a Formia (LT); il Csv regionale ha dato il proprio contributo per l’organizzazione e si è attivata per promuovere presso le associazioni ed i volontari non solo la partecipazione al corteo dei “Mille passi”‚ ma anche l’adesione agli incontri del pomeriggio. Durante la giornata sarà presentato anche il progetto “Tutti a scuola” per il contrasto alla dispersione scolastica e alle povertà educative: un modo per rilanciare il tema dell’istruzione e della cultura come fondamento per una cultura della legalità.

Il Csv Salento sarà presente alla manifestazione regionale in programma a Brindisi raccordandosi con altre delegazioni per prender parte al corteo che percorrerà le vie della città sino alla tappa finale di piazza Santa Teresa, dove avverrà la lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie ed il collegamento con la manifestazione nazionale di Padova.

Come a Modena anche il Csv di Crotone favorirà la partecipazione di volontari e associazioni all’iniziativa in programma, per la Calabria, a Catanzaro, promuovendo la possibilità di raggiungere la città con un pullman messo a disposizione dalla sede locale di Libera.

A Librino, in provincia di Catania, i giovani coinvolti nella Casa del volontariato del Csv Etneo hanno rappresentato la "loro idea di Sicilia" in un cartonato che porteranno al corteo del 21 marzo; l'iniziativa rientra nella proposta Libera che quest'anno ha chiesto ai ragazzi delle scuole di inventare simboli che costituiscano una “bussola della legalità” rispetto al loro contesto quotidiano; inoltre in preparazione della Giornata, il 19 marzo alla casa del volontariato sarà presentato il nuovo laboratorio per bambinidedicato a padre Pino Puglisi. 

In Sardegna sarà Cagliari la città principale scelta; in piazza del Carmine arriveranno studenti, giovani, volontari, scuole, associazioni e Istituzioni per la manifestazione promossa da Libera Sardegna in partenariato con il CSV Sardegna Solidale e numerose realtà associative territoriali.

 
Luglio 2019
L M M G V S D
8 14
20 21
22 23
29 30 31

Social wall CSV

Torna su