www.csvnet.it
CSVnet Centri di servizio per il volontariato

Lazio, associazioni all’opera per una legge regionale sul terzo settore

Il testo disciplinerà la partecipazione degli Ets e i loro rapporti con gli enti pubblici. Csv Lazio e Conferenza regionale del volontariato hanno organizzato incontri informativi sui territori e una consultazione on line per raccogliere le proposte delle organizzazioni 

di Alessia Ciccotti

Prosegue nel Lazio il percorso della proposta di legge regionale sulla “Disciplina degli Enti di Terzo Settore”, approvata lo scorso 4 marzo e ora in fase di analisi. La norma riguarda la regolamentazione delle forme e modalità di rappresentanza e partecipazione degli enti del terzo settore, dei rapporti degli enti pubblici con il terzo settore e forme di partenariato tra soggetti pubblici e privato sociale, della promozione e sostegno delle organizzazioni.

Nei mesi scorsi la Conferenza regionale del volontariato e il Csv del Lazio hanno promosso e organizzato una serie di incontri territoriali per informare il terzo settore locale sui contenuti della proposta di legge, ma anche per ascoltare e ricevere dalle associazioni le loro osservazioni e proposte per migliorarne o integrarne il testo.

La Conferenza, infatti, istituita ai sensi dell'art. 7 della legge regionale 29/1993 e presso l'Assessorato alle Politiche sociali, è uno strumento di partecipazione consultivo; attraverso di essa, infatti, le organizzazioni possono esprimersi e avanzare le proprie proposte sulle scelte della Regione, nei settori di intervento di loro interesse. La Conferenza ha lo scopo di facilitare il rapporto e la conoscenza tra gli enti del terzo settore che rappresenta il presupposto per una efficace interlocuzione con gli enti locali. È inoltre uno spazio di confronto tra persone, volontariati, generazioni.

Il testo ha accolto alcune richieste che la Conferenza stessa aveva avanzato negli anni precedenti, fra cui quella di istituire, oltre al Consiglio regionale del terzo settore, anche la Conferenza regionale e le dieci Conferenze territoriali del volontariato e della promozione sociale (una per ogni territorio ASL della Regione). Di fatto, anche se non formalmente, le 10 conferenze territoriali esistono già da tempo.

Oltre agli incontri sui territori, è stata fatta anche una consultazione on line, con l’obiettivo di consentire alle associazioni di elaborare proposte sulla posizione che dovrà assumere la Conferenza nelle auspicate audizioni nel percorso di approvazione della legge in Consiglio Regionale, nell’ottica del riconoscimento del ruolo delle organizzazioni nei processi di co-programmazione e co-progettazione previsti dal Codice del terzo settore.

Alla consultazione hanno partecipato 132 associazioni del territorio regionale. Tra i principali dati raccolti, è emerso che la co-programmazione e co-progettazione, la programmazione regionale dei fondi europei 2021-2027 e la valutazione degli impatti sul terzo settore della normativa regionale sono gli ambiti in cui sarebbe più importante che la Conferenza avesse un ruolo specifico.

Secondo i partecipanti, inoltre, enti locali, aziende sanitarie e istituzioni scolastiche sono quelli con cui è prioritario per la Conferenza avviare un dialogo continuativo. Inoltre, partecipazione, risorse economiche e formazione sono state alcune delle altre parole chiave emerse dalla consultazione.

Gli esiti della consultazione sono stati presentati durante l'incontro che si è tenuto il 15 luglio scorso tra i rappresentanti di circa 200 organizzazioni e la Conferenza regionale; un appuntamento atteso da tutti, anche per la partecipazione di Rodolfo Lena, presidente della VII Commissione, cui la proposta di legge è stata affidata.

“Costruire questi percorsi è, per certi versi, faticoso, - si legge in una nota del Csv Lazio - ma è un importante investimento sul futuro: la Conferenza regionale e le Conferenze territoriali rappresentano uno strumento di partecipazione reale, davvero in grado di dare voce alle associazioni e alle loro proposte. La sua funzione si è mostrata più efficace nel tempo proprio grazie alla sistematica convocazione di incontri territoriali, che hanno favorito la partecipazione diretta delle singole associazioni”.

 
Dicembre 2021
L M M G V S D
15 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Social wall CSV

Torna su