www.csvnet.it

Volontariato, a Bergamo tornano gli “stati generali”

Da gennaio a maggio 2021 la manifestazione dedicata a volontari e associazioni che hanno avuto un ruolo fondamentale durante l’emergenza sanitaria nel territorio più colpito dalla pandemia. Chiusura il 12 maggio con la lezione di Massimo Recalcati 

di Clara Capponi

Nel 2021 torneranno gli Stati generali del volontariato bergamasco, e sarà un’edizione diversa dalle precedenti per tanti motivi. La manifestazione, promossa dal centro di servizio per il volontariato provinciale, si terrà online - da gennaio e maggio - secondo le consuete norme anti-covid, e avrà una formula completamente rinnovata al fine di valorizzare ancora meglio l’impegno speso dal volontariato  nel territorio che è stato epicentro della pandemia.

Dopo lo stop dello scorso marzo, il Csv di Bergamo ha quindi deciso di rilanciare la manifestazione, ripensandone la struttura “alla luce di quello che è accaduto alla nostra terra in questi mesi, per mettere in evidenza il potenziale che il volontariato ha dimostrato di possedere ma anche per trovare insieme delle risposte a quello che sarà chiamato a fare nel prossimo futuro”, ha spiegato il presidente del Csv Oscar Bianchi durante la conferenza stampa di presentazione avvenuta ieri.

In un territorio che conta, secondo i dati Istat, più di 100mila cittadini impegnati che operano all’interno di quasi 5mila organizzazioni il contributo del volontariato si è rivelato fondamentale durante l’emergenza sanitaria, grazie a più di mille volontari coinvolti in 34 “squadre” che hanno seguito oltre 2400 famiglie durante il lockdown, consegnando spesa, farmaci e beni di prima necessità per un totale di 22mila interventi realizzati.

Volontari impegnati nella consegna della spesa (foto@
Volontari impegnati nella consegna della spesa (foto @ Csv Bergamo)

A quattro anni dalla prima edizione degli Stati generali sarà proprio la povertà uno dei temi affrontati nella seconda edizione, insieme a salute, accoglienza e partecipazione.

Per quattro mesi si svilupperanno intorno a questi argomenti percorsi territoriali che coinvolgeranno volontari e associazioni e ognuno si concluderà con un evento finale con le riflessioni emerse. 

Trasversale alle quattro tematiche sarà il percorso di narrazione “Lascio in eredità me stesso alla terra. Fare memoria tra volontariato e patrimonio culturale” realizzato con l’associazione “Patrimonio di storie” che sta coinvolgendo una cinquantina di realtà associative di tutta la provincia, chiamate a intrecciare i loro vissuto a sette luoghi del patrimonio artistico bergamasco.

La chiusura della manifestazione è prevista per il 12 maggio con una lezione di Massimo Recalcati sulla parola “volontariato”. Il programma completo sarà disponibile a breve sul sito web dedicato alla manifestazione (al momento non ancora attivo), dove verranno raccolti anche i materiali prodotti durante i lavori. 

Sullo stesso tema

 
Giugno 2021
L M M G V S D
1
13
14 18 20
21 23 27
30

Social wall CSV

Torna su