Giornata internazionale, i Csv danno voce (e volto) ai volontari

Una rassegna delle principali attività, tra cui molti video, dei Centri di servizio in occasione del 5 dicembre. La data voluta dall’Onu 35 anni fa è stavolta dedicata a chi si è impegnato nei momenti più difficili della pandemia. Padova conclude il suo anno da Capitale europea del volontariato 

 Aggiornato al 4 dicembre

Volontariato, insieme possiamo. Con questo titolo CSVnet, Forum Terzo settore e Caritas Italiana tornano a proporre per il 5 dicembre un evento – ovviamente on line – per celebrare il volontariato italiano. Un titolo che richiama direttamente quel “Together we can through voulunteering” scelto dall’Onu per la 35^ Giornata internazionale, dedicata a quanti in tutto il mondo hanno donato il proprio tempo durante i mesi più difficili della pandemia.

Ma come sempre per il mondo dei centri di servizio per il volontariato non c’è solo l’evento nazionale. Anche quest’anno sono parecchi i Csv che hanno voluto ricordare sul proprio territorio l’importanza di questa data, organizzando incontri on line e, soprattutto, realizzando diversi video per dare idealmente voce e volto a tutte le migliaia di volontari attivi nonostante le difficoltà che stiamo attraversando. Eccone una rassegna realizzata da CSVnet.

* Come lo è stato quello di due anni fa, quando fu proclamata Capitale europea del volontariato 2020, il prossimo 5 dicembre rappresenta per Padova anche la conclusione ideale di questi 12 mesi molto particolari. L’intenso programma messo a punto dal Csv di Padova avrà come base il Teatro Verdi della città, ma sarà ovviamente fruibile solo on line. Si comincia la mattina, con la consegna del premio Volontariato internazionale 2020 indetto dalla Focsiv. Nel pomeriggio, dalle 15.45, è previsto il passaggio di testimone da Padova a Berlino, Capitale europea 2021, mentre il Centro europeo del volontariato proclamerà la Capitale del 2022 scegliendo tra quattro candidate (Gorizia, Danzica, Madrid, Smirne). Ospiti del pomeriggio Romano Prodi e Giovanni Moro. Durante i lavori, prevista anche la consegna del premio Gattamelata.

* Restando in Veneto, il Csv di Verona ha diffuso in vista del 5 dicembre un video di ringraziamento ai volontari che hanno operato durante le fasi più acute dell’emergenza sanitaria. L’occasione è anche la diffusione dei risultati di una ricerca sull’impatto del lockdown sul volontariato locale, realizzata dallo stesso Csv insieme a un gruppo di ricerca dell’università di Verona.

* E il Csv di Belluno conclude il 5 dicembre la sua Settimana del volontariato (iniziata il 2) con il convegno "Alle radici della solidarietà" in cui sarà discussa la ricerca fatta sul terzo settore della provincia a ridosso del lockdown e proiettato un video sui volontari in emergenza.

* Sempre in Veneto, il Csv di Venezia ha scelto di celebrare la giornata e i volontari a suon di risate. Con il contributo di Enrico Cibotto, direttore artistico ed inventore del progetto “Riso fa buon sangue” e speaker, autore e regista della trasmissione rediofonica omonima in onda su Radio RCS di Verona, darà vita ad una maratona di sketch e battute trasmessa sui canali social del Csv per tutto il giorno: un modo per ringraziare le migliaia di veneziani che ogni giorno si impegnano per migliorare il quotidiano. Sono oltre 20 gli artisti che hanno già assicurato la loro partecipazione, tra cui Umberto Smaila, Fabrizio Fontana, Raul Guidotti e Gianpiero Perone.

* Il Csv Trentino, in linea con le indicazioni dell’Unv, dedicherà il 5 dicembre alle volontarie e ai volontari che “hanno saputo affrontare l’emergenza Covid-19 con coraggio, solidarietà e spirito di iniziativa”. La dedica si tradurrà in un video con le testimonianze di quattro volontari che, in piena pandemia, hanno saputo riorganizzare le loro associazioni per continuare a rispondere in modo efficace alle esigenze dei propri destinatari. Intitolato “Il volontariato risponde alla pandemia, difficoltà e ripartenze”, sarà lanciato sui social proprio il 5 dicembre.

* In Lombardia, il Csv Insubria (Como, Varese) organizza in diretta streaming Sole d’oro, la ultraventennale premiazione dei volontari che si sono distinti nel corso dell’anno. Una consegna in via eccezionale – di norma si sarebbe svolta in primavera – decisa proprio per celebrare questa edizione della Giornata internazionale. Saranno tra l’altro trasmesse 16 brevi video e audio interviste realizzate dal Csv ai volontari delle due province premiati (10 senior, 4 giovani, 2 associazioni); saranno inoltre in collegamento i sindaci dei Comuni in cui i volontari operano.

* Restando nella regione, il 5 dicembre Chiara Saraceno sarà l’ospite principale della giornata nel denso programma di eventi del 14^ Festival dei diritti, organizzato dal Csv Lombardia Sud, che abbraccia le province di Cremona, Lodi, Mantova e Pavia. La sociologa torinese, tra le maggiori studiose italiane di politiche sociali, discuterà attorno al tema “Il conflitto tra i diritti: come risolverlo?”. Il festival si svolgerà dal 3 al 13 dicembre.

* Sempre in Lombardia, il Csv di Brescia organizza per il 9 dicembre il convegno on line “Continuare il volontariato in tempi di pandemia”, in collaborazione con il Centro studi sul volontariato e la partecipazione sociale (Cesvopas) dell’Università Cattolica. Previste le testimonianze di alcuni giovani volontari su come hanno destinato parte del loro tempo alla comunità durante l’emergenza, e la presentazione della ricerca “Volontariato giovanile ed emergenza sanitaria”.

* La sede di Piacenza del Csv Emilia celebrerà il 5 dicembre mandando in onda un nuovo video con volti e voci di 24 volontari della provincia. Sarà pubblicato sui social e sul nuovo sito web del centro di servizio (on line dal 30 novembre). Inoltre il 4 dicembre, nella trasmissione “Nel Mirino” in onda su Telelibertà alle 21, interverranno alcuni dei volontari maggiormente impegnati nell’emergenza sanitaria. Interviste anche su Radio Sound dal 30 novembre al 5 dicembre.

* La sede di Parma dello stesso Csv Emilia ha invece scelto il 5 dicembre per rilanciare la sua campagna “Parma facciamo squadra”, che coinvolge da anni numerose aziende della provincia in raccolte fondi e iniziative solidali. Da sabato si potranno acquistare fino a esaurimento gli “anolini fatti con il cuore” in tutti i punti vendita Conad di Parma e provincia, in pacchi da un chilo con un’offerta minima di trenta euro.

* Ancora in Emilia Romagna, il Csv Terre estensi (nato dalla fusione di quelli di Modena e Ferrara), il 5 dicembre lancerà sui suoi canali social un video in cui diversi giovani attivi nel mondo del volontariato locale si presentano e raccontano in maniera semplice ma efficace, la loro esperienza di volontariato.L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto Cantieri Giovani del Csv per lanciare iniziative on line che anche in questo complicato anno scolastico, nel 2021, si porteranno nelle scuole del territorio.

* Il Csv Marche, insieme al Forum del terzo settore regionale, promuove una trasmissione tv dedicata alla Giornata internazionale e realizzata in collaborazione con l'emittente “èTV Marche” (ore 15). Il titolo è “Insieme possiamo, con il volontariato” (slogan ufficiale scelto dall'Unv): sarà un talk show con rappresentanti delle istituzioni e testimonianze di impegno della regione, partendo dalla mobilitazione nell'emergenza sanitaria, ma offrendo spunti di riflessione sul ruolo del terzo settore nella “ricostruzione” post Covid-19.

* Anche il CSV Molise ha scelto di dare voce ai volontari realizzando un breve video in cui operatori di ogni età che svolgono attività in favore di chi soffre e di chi sta scontando le conseguenze del Covid19, dal contagio al distanziamento fisico, dalle problematiche economiche alla perdita del lavoro, raccontano cos’ha insegnato loro questa emergenza.

* Il Csv di Caserta anticipa al 4 dicembre la celebrazione della giornata e adotta in pieno il titolo suggerito dall’Onu. Alle 16, un evento on line darà voce ad alcune delle esperienze più significative sperimentate dal volontariato casertano in questi mesi difficili. Uno spazio particolare, essendo a ridosso anche della Giornata Internazionale della Disabilità (3 dicembre), sarà riservato a come l’emergenza sanitaria ha colpito con particolare violenza i più fragili, che ad oggi vedono seriamente compromessi i loro diritti.

* Il Csv di Napoli organizza per il 4 dicembre (ore 17) il convegno “Il volontariato ai tempi della pandemia: come e perché raccontarlo”, durante il quale sarà tra l’altro celebrato il decennale di Comunicare il sociale, mensile stampato edito dal Csv stesso. L’evento sarà in diretta streaming e vedrà tra i relatori Gennaro Oliviero (presidente del Consiglio regionale della Campania), Alessandra Clemente (assessore alle Politiche giovanili del Comune di Napoli) e Stefano Tabò (presidente di CSVnet).

* Dopo un “cammino” (è il caso di dirlo) di quasi sei mesi, il progetto Strade volontarie del Csv Brindisi-Lecce giunge al culmine con un Festival del volontariato che dal 2 al 5 dicembre vedrà svolgersi vari eventi on line. Si era partiti a giugno, appunto con una camminata simbolica nel Salento, per proseguire tra ottobre e novembre con una serie di “Camminamenti” che hanno declinato il tema scelto per l’edizione di quest’ann: “La sfida di chi resta”. Il programma, che vedrà la partecipazione di associazioni, scuole, università, enti pubblici, è consultabile a questo link.

* Il Csv di Reggio Calabria rilancerà la campagna dell'Onu attraverso tante cartoline con le quali, a partire dal 5 dicembre e nei giorni a seguire, farà circolare lo slogan #Togetherwecan #insiemepossiamo declinato con i volti e le parole di chi ogni giorno si impegna in attività di volontariato nel territorio metropolitano.

* Il Csv di Messina punta invece su uno spot video con gli interventi di vari volontari della provincia chiamati, con un appello diffuso nei giorni scorsi, a completare in 10-15 secondi la frase: “Il mio impegno volontario è…”. Il video sarà diffuso sui social e sul sito del centro.

In Sardegna la ricorrenza unisce l’impegno dei volontari nella pandemia insieme a quello di questi giorni con la Protezione civile a sostegno della popolazione di Bitti. Volontarios tott’impare (in dialetto sardo: Volontariato, insieme possiamo) è infatti il titolo della manifestazione promosso dal Csv Sardegna solidale che il 5 dicembre a partire dalle 11 si terrà nel comune del Nuorese colpito pesantemente dalla recente alluvione. La manifestazione sarà trasmessa in diretta streaming sul sito e sulla pagina Facebook del Csv.