www.csvnet.it

Coronavirus, i volontari lanciano il "pronto soccorso" psicologico

Foggia, l’idea dell’associazione dei clown dottori “Il cuore”, che con l’aiuto di una psicologa, risponde alle telefonate di cittadini o famiglie. Obiettivo “alleviare e contenere il disagio attraverso risposte emotive ‘normali’ ad una situazione ‘estrema’” 

di Clara Capponi

Un “pronto soccorso” psicologico per alleviare il disagio e potenziare le capacità di ciascuno per affrontare questi giorni di emergenza legati al Coronavirus.

L’idea, diffusa dal Csv del territorio, è dell’associazione di clown dottori “Il Cuore” di Foggia, che ha attivato il servizio grazie alla disponibilità di Antonia Aspromonte, specializzata in psicologia dell’emergenza, e che risponderà al numero 329 6455628 per aiutare tutti coloro che in questo momento si trovano in difficoltà.

Il servizio, rivolto a cittadini e famiglie, punta ad offrire un sostegno immediato per “alleviare e contenere il disagio espresso attraverso risposte emotive ‘normali’ ad una situazione ‘estrema’” - spiega la dottoressa. “Sarà inoltre fondamentale - continua l’esperta - fornire informazioni realistiche ed efficaci e dare indicazioni comportamentali utili nella corretta gestione dell’emergenza”.

La psicologa Aspromonte
La psicologa Aspromonte

Come spiega anche la presidente dell’associazione Jole Figurella, “in una situazione di allerta è indispensabile una limitata dose di paura, fondamentale per potersi attivare senza perdere di lucidità”. Il problema è se non riusciamo a gestirla percependo il Coronavirus come un pericolo di vita a cui non c’è ancora soluzione -continua la presidente-. Rischiamo di attuare comportamenti impulsivi, frenetici e irrazionali che portano poi al panico o all’ansia generalizzata”.

“Per non parlare poi di tanti aspetti, come sottolineano dall’associazione, che portano effetti negativi sulla quotidianità, come l’ansia di recuperare mascherine oppure il precipitarsi nei supermercati per paura di non trovare più nulla, per poi magari ritrovarsi in luoghi chiusi e affollati”.

Seguire le poche ma preziose indicazioni delle autorità sanitarie – sottolineano dall’associazione - richiede un minimo di attivazione e concentrazione”; per questo attraverso il servizio di ascolto, l’associazione cercherà di costruire aspettative realistiche di soluzione a quanto sta accadendo e di contenere reazioni emotive attraverso un immediato sostegno emozionale.

Sullo stesso tema

 
Luglio 2020
L M M G V S D
4 5
6 11 12
18 19
20 21 22 24 25 26
28 29 30 31

Social wall CSV

Torna su