Sviluppo sostenibile: ecco l’agenda Asvis per il 2019

Nell’assemblea di fine anno la rete di oltre 200 organizzazioni impegnate per gli obiettivi dell’Agenda 2030 fa il punto sul programma per il futuro: al centro la formazione e la sensibilizzazione con strumenti ed azioni che coinvolgeranno studenti, cittadini e istituzioni 

di Clara Capponi

C’è ancora troppo poca attenzione sul tema dello sviluppo sostenibile: è quanto emerge dall’assemblea di fine anno di Asvis, L’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile – di cui fa parte anche CSVnet - nata nel 2016 come osservatorio privilegiato sullo “stato di salute” dei 17 Sustainable development goals (SDGs) adottati dall’Assemblea generale delle nazioni unite per affrontare problemi globali come fame, povertà, salute, cambiamenti climatici.

E proprio la sensibilizzazione agli obiettivi dell’Agenda resta per l’Alleanza una priorità anche per il 2019, come si evince dal programma di lavoro presentato ieri a Roma dall’economista ed ex ministro Enrico Giovannini, portavoce dell’Asvis.

Su questo la rete continuerà ad investire promuovendo strumenti concreti per la formazione, come il corso e-learning che illustra l’Agenda 2030 e gli SDGs; nel 2018 il corso è stato messo a disposizione anche dei docenti italiani e seguito, secondo quanto riportato dall’Asvis, da oltre 33mila persone che hanno poi realizzato in molti casi diverse attività didattiche in classe con gli allievi; per il 2019 l’Alleanza punta a promuovere questo strumento anche alle imprese private più innovative.

È previsto inoltre il rafforzamento della collaborazione con la rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus), nata dalla conferenza dei rettori delle università italiane con l’obiettivo di promuovere l’organizzazione di corsi orientati all’Agenda 2030. Rinnovata infine la partnership con il Ministero dell’Istruzione per il concorso nazionale rivolto alle scuole “Facciamo 17 Goal”.

Rientra in questa linea programmatica inoltre l’idea di “contaminare” la pubblica amministrazione promuovendo il primo corso in sustainability manager della Scuola nazionale di amministrazione della Presidenza del consiglio dei ministri. Le lezioni sono iniziate il 5 novembre e termineranno a metà aprile del prossimo anno.

Restando nell’ambito delle attività rivolte alle istituzioni, l’Alleanza proseguirà anche nel 2019 il lavoro sugli strumenti di monitoraggio per il conseguimento degli SDGs in Italia, perfezionando il set di indicatori fruibili attraverso una piattaforma di analisi grafica on line che monitora l’andamento degli obiettivi sia a livello regionale, nazionale ed europeo.

Tra le iniziative legate alla comunicazione tornerà infine il Festival dello sviluppo sostenibile, la rassegna di iniziative dedicate al tema e realizzate su tutto il territorio nazionale dalle oltre 200 organizzazioni aderenti ad Asvis. I risultati del 2018 sono stati più che soddisfacenti, con oltre 700 eventi organizzati – il triplo rispetto al 2017- e per il 2019 la rete punta a raggiungere la cifra tonda di 1000 iniziative da realizzarsi nei 17 giorni del Festival, in programma, secondo quanto annunciato dal portavoce Giovannini, dal 21 maggio e il 6 giugno del 2019.

Sullo stesso tema

 
Giugno 2019
L M M G V S D
9
10
17
24 27 28 29 30

Social wall CSV

Torna su