Giorno del dono, per la prima volta attiva una raccolta fondi nazionale

L’iniziativa promossa dall’Iid è partita il 21 settembre e prevede oltre 180 eventi in tutta Italia fino al 7 ottobre, coinvolge 200 organizzazioni non profit, più di 100 comuni e 30 aziende private. Il 4 ottobre l’evento conclusivo a Roma con i vincitori del contest #DonareMiDona 

di Alessia Ciccotti

Con 180 iniziative in programma in tutta Italia, oltre 200 organizzazioni non profit aderenti, una piattaforma on line dedicata, un contest rivolto alle scuole ed una raccolta fondi nazionale, il 4 ottobre si torna a celebrare il Giorno del Dono.

L’iniziativa è promossa dall’Istituto italiano della donazione e istituita a livello nazionale nel 2015, per dare visibilità al tema del dono e della donazione in tutte le sue forme. L’edizione 2018, per la prima volta promuove anche una raccolta fondi nazionale, intitolata #Donafuturo, a favore della ricerca sul neuroblastoma, una delle peggiori forme di tumore pediatrico. La campagna sarà attiva proprio fino al 4 ottobre.

La ricorrenza prevede un programma di due settimane di iniziative di vario genere, che quest’anno hanno preso il via il 21 settembre a Milano, con un evento dedicato al recupero e alla valorizzazione dei beni comuni, organizzato da Iid e fondazione Cariplo. In questa occasione è partito anche il 3° Giro dell’Italia che dona, una rassegna nazionale che raccoglie tutte le iniziative realizzate dal 21 settembre al 7 ottobre, coordinata da Iid, che coinvolge comuni, organizzazioni non profit, imprese e singoli cittadini. Il 3 ottobre a Roma, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, alle 10.30 si terrà il convegno "Noi doniamo - Verso un Osservatorio permanente della propensione a donare degli italiani" con la presentazione dell'edizione zero del rapporto di ricerca sugli italiani e le varie forme di donazione. Tra gli obiettivi di questa indagine pilota, la definizione delle tre dimensioni del dono - di denaro, di tempo e biologica - e l'individuazione di criteri in grado di interpretare i dati e divenire indici di riferimento. In questa occasione saranno anche illustrati i dati della quindicesima indagine dell’Iid sull’andamento delle raccolte fondi nelle organizzazioni non profit italiane. Il 4 ottobre invece si svolgerà a Roma, al teatro Ghione, il grande evento conclusivo, in cui saranno premiati i vincitori del contest rivolto alle scuole “#DonareMiDona”, in cui gli studenti di 50 istituti di tutta Italia hanno realizzato cortometraggi e lavori artistici o letterari sul tema del dono. Sullo stesso palcoscenico saliranno anche i vincitori dell’altro contest, quello che premierà gli eventi del Giro dell’Italia che dona che avranno ricevuto più like.

Le organizzazioni non profit che hanno aderito al Giorno del Dono sono oltre 200, con quasi 100 iniziative e 400 realtà coinvolte. Tra queste anche diversi Centri di servizio per il volontariato, come ad esempio il Csv di Cosenza che ha realizzato il cartellone unico “Io partecipo!”. Gli eventi si svolgeranno dall’1 al 7 ottobre tra Cosenza, Rende, Praia a Mare, Belvedere, Scalea, Amantea, Trebisacce, Cassano, Rossano, Corigliano, Montalto, San Marco Argentano e Castrovillari. Si va dalle donazioni di sangue allo screening senologico gratuito, dal laboratorio di bellezza per pazienti oncologiche alla preparazione di dolci per persone sole ed anziani, dagli incontri nelle scuole e nelle piazze alla promozione della donazione degli organi, dalla sensibilizzazione all’allattamento materno alla distribuzione del pane alle famiglie in difficoltà. Nel cartellone rientrano anche due iniziative nazionali: la settimana nazionale della dislessia e la settimana mondiale per l’allattamento materno.
Più di 100 anche i comuni che partecipano al Giorno del dono, grazie ad un protocollo di collaborazione fra Iid e Anci. Circa 30 invece le aziende impegnate in iniziative e attività per coinvolgere i dipendenti e le comunità. 

Per la raccolta fondi #Donafuturo è possibile donare 2 euro inviando un SMS al 45505 da cellulari Tim e 5/10 euro telefonando allo stesso numero tramite rete fissa Tim. Sono possibili anche donazioni, senza commissioni, tramite Paypal oppure bonifico sul c/c intestato a “Istituto Italiano della Donazione” (IBAN: IT79R 03111 01645 00000 00016 18), oppure ancora in qualsiasi filiale di UBI Banca. I clienti UBI Banca possono contribuire anche con bonifico tramite QuiUBI. Tutte le informazioni su www.donafuturo.it.

Sullo stesso tema

 
Giugno 2019
L M M G V S D
9
10
24 28 30

Social wall CSV

Torna su