Giovani disoccupati faranno la manutenzione delle case popolari

Si chiama il “Network dei mestieri” progetto promosso a Torino e che offre un’occasione lavorativa a ragazzi tra i 15 e i 29 anni segnalati dai servizi sociali o iscritti a categorie protette. Previsti anche corsi “di buon vicinato” e l’apertura di officine di quartiere 

di Clara Capponi

 

Dalla manutenzione della casa al saper vivere insieme valorizzando il buon vicinato: è questa l’idea alla base de “Il network dei mestieri” servizio presentato oggi a Torino e che sarà operativo nei quartieri delle case popolari della circoscrizione 2.

Promosso da Anfass e la cooperativa sociale La Bottega onlus il progetto vede la collaborazione di Unicredit Foundation, Agenzia territoriale per la casa, e Vol.To, il Centro di servizio per il volontariato della provincia.

In sostanza verrà creata un’agenzia di servizi in grado di formare 12 giovani tra i 15 e i 29 anni, selezionati fra quelli che non lavorano (in particolare segnalati dai servizi sociali o iscritti a categorie protette) ed inseriti in percorsi di tirocinio della durata complessiva di due anni e che prevedono lavori di manutenzione delle case popolari non previsti dalla normale attività di gestione (ritinteggiatura, piccole riparazioni etc.).

Al termine dei tirocini ai migliori sei verrà proposto un contratto di apprendistato.

L’agenzia potrà inoltre offrire agli abitanti delle case popolari prestazioni a prezzi calmierati e con condizioni di pagamento agevolate.

Il progetto si inserisce sul territorio anche con proposte tese a valorizzare i rapporti di buon vicinato, offrendo spazi di condivisione nei quali far comprendere il valore e le potenzialità della rete sociale di prossimità, e momenti formativi con ricaduta più immediata sulla vita quotidiana, quali i corsi di auto-manutenzione della casa o gli incontri di educazione finanziaria.

Altra idea innovativa è quella delle “officine di condominio” o “di quartiere”, da attrezzarsi con adeguata strumentazione e da mettere poi a disposizione dei cittadini che non dispongano degli spazi e dell’attrezzatura necessari per gli interventi di auto-manutenzione. 

Foto in primo piano: © Enrico Genovesi, progetto Fiaf - CSVnet "Tanti per tutti. Viaggio nel volontariato italiano"

 
Luglio 2018
L M M G V S D

Social wall CSV

Torna su