Il Parma Baseball raccoglie fondi contro l’emergenza abitativa

La squadra più titolata in Italia in questa disciplina sportiva si unisce alla campagna coordinata dal CSV della città emiliana dove, spesso a causa di uno sfratto per morosità incolpevole, un nucleo familiare ogni 318 perde la casa.

di Alessia Ciccotti

parma baseballIl Parma baseball, la squadra che ha reso la città emiliana la capitale del baseball italiano, vincitrice di 10 titoli italiani e 13 Coppe dei campioni e sempre attenta alle iniziative sociali, ora ha aderito anche alla campagna di raccolta fondi Parma facciamo squadra, coordinata dal CSV provinciale Forum solidarietà.

Giunta alla quarta edizione, quest'anno la campagna vuole portare l’attenzione sull’emergenza abitativa, per cercare di tenere unite le famiglie che rischiano di spezzarsi a seguito di uno sfratto per morosità incolpevole.

“Siamo pronti a fare la nostra parte in tutte le cose belle e buone che succedono nella nostra città - ha detto il presidente del Parma baseball Paolo Zbogar - Siamo una squadra sportiva, siamo abituati a fare squadra; se non si fa squadra non si vince, anche se si hanno i campioni”.

La sfida si fa difficile perché si gioca contro la crisi che ha spazzato via tanti stipendi e contro numeri che parlano di una grande emergenza. Anche nella città emiliana, un nucleo familiare ogni 318 perde la casa perché non è più in grado di pagare affitto e utenze.

Una situazione ogni giorno più grave che va affrontata in modo corale. Per questo la campagna, attraverso la voce dei suoi ambasciatori, chiede aiuto a tutti i cittadini. Per contribuire basta accedere al sito www.parmafacciamosquadra.it e fare la propria donazione.

Ogni euro raccolto sarà moltiplicato per 5 grazie alla generosità di Fondazione Cariparma, Chiesi, Barilla e Acer che aggiungeranno un euro per ogni euro donato. Così anche una piccola cifra diventerà importante: servirà per ristrutturare alcuni appartamenti che saranno messi a disposizione temporaneamente per tamponare le situazioni più urgenti.

Ma la raccolta fondi è solo uno degli aspetti di questa grande operazione di solidarietà. “Parma facciamo squadra è alla sua quarta edizione – ha raccontato Arnaldo Conforti direttore di Forum solidarietà - Nasce come una raccolta fondi ma, in realtà, è l’occasione per portare all’attenzione della città una questione importante. Dopo aver aiutato le famiglie nella spesa alimentare, disabili, anziani e malati negli spostamenti quotidiani, chi era in difficoltà a ripartire grazie al credito d’inclusione, quest’anno al centro mettiamo il tema della casa”.

Offrire una soluzione abitativa è importante ma non è tutto. Bisogna affiancare e accompagnare chi è in difficoltà, verso la riconquista della propria autonomia.

“È il valore aggiunto di questa iniziativa - ha detto Luigi Amore, direttore generale di Fondazione Cariparma - creare una comunità intorno a un progetto. Una comunità cresce se è capace di non lasciare indietro nessuno, superando quella visione che vede perdenti contrapposti a vincenti”.

Come ha affermato Bruno Mambriani, presidente di ACER “la casa è un’emergenza e un’esigenza, magari non ci si pensa, ma cosa accadrebbe a noi nel momento in cui la chiave non potesse più aprirne la nostra porta? Oggi ci sono 2000 famiglie per le quali è così”.

 
Febbraio 2020
L M M G V S D

Social wall CSV

Torna su