www.csvnet.it

Poste Insieme investe nella solidarietà sostenendo 16 progetti sul territorio nazionale. Presente anche CSVnet con cui attiverà un programma di Volontariato

poste insieme onlusA poco più di 6 mesi dalla sua presentazione, Poste Insieme Onlus, la Fondazione di Poste Italiane per promuovere politiche di inclusione e solidarietà sociale, prosegue ed intensifica il proprio impegno sostenendo 16 nuovi progetti sul territorio nazionale rivolti all’infanzia, alla famiglia e alle persone anziane.

Le singole attività sono state presentate il 24 febbraio a Roma nell'Ufficio Postale di San Silvestro dalla Presidente di Poste Italiane e della Fondazione, Luisa Todini, insieme all'Amministratore Delegato, Francesco Caio, nel corso di una iniziativa moderata dal Direttore di Redattore Sociale Stefano Trasatti, che ha visto la partecipazione, oltre che di CSVnet, anche del Forum nazionale del Terzo Settore,  e di Assifero, l’organismo di rappresentanza di oltre 100 tra le principali fondazioni bancarie, aziendali e di erogazione italiane.

di Clara Capponi

 

Alle iniziative già presentate dalla Fondazione di Poste Italiane nel luglio scorso – la prima casa protetta per madri detenute con bambini e il programma di mentoring per prevenire e contrastare dispersione ed abbandono scolastico, entrambi in fase di attuazione – si aggiungono ora 16 ulteriori progetti di ambito nazionale e locale, che saranno finanziati in tutta Italia con un investimento di 639mila euro.

tra cui in particolare il sostegno allo sviluppo del servizio nazionale pubblico per i bambini scomparsi, il 116000, realizzato da SOS il Telefono Azzurro e il programma di inclusione digitale per l'invecchiamento attivo svolto da Senior ItaliaFederanziani.

L'Azienda sta costruendo un programma di volontariato che intende promuovere e sviluppare sul territorio nazionale in stretta sinergia con il Forum del Terzo Settore e il Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato, anche sulla base degli esiti di un'apposita indagine di opinione che coinvolgerà gli oltre 140 mila dipendenti del Gruppo, raccogliendone la disponibilità in tal senso.

L’attenzione a favorire esperienze di volontariato è una delle nuove sfide che dobbiamo affrontare nei prossimi anni dichiara il presidente di CSVnet, Stefano Tabò. “E’ una sfida che coinvolge non solo le associazioni storiche ma è un fattore di sviluppo culturale che oggi riguarda anche il mondo profit. Il programma di volontariato aziendale a cui stiamo lavorando è un primo passo per raggiungere questo risultato, è un processo che se supportato dall'esperienza e dalle competenze dei CSV, può dare risultati sorprendenti”.

"In soli sei mesi di attività – ha spiegato la Presidente Luisa Todinila Fondazione, senza oneri gestionali, è riuscita ad innescare un inedito processo di coinvolgimento e di partecipazione sia tra i nostri dipendenti che nelle realtà locali e nazionali del terzo settore, a conferma della prossimità di Poste Italiane a famiglie e territori e della sua diffusa capacità di intercettarne anche i fabbisogni sociali

"La costituzione di una fondazione dedicata al sociale – ha dichiarato l'Amministratore delegato di Poste Italiane Francesco Caiorappresenta una scelta strategica nell'ambito del processo di cambiamento e di sviluppo aziendale in atto. Un tassello importante nel più ampio concetto di responsabilità sociale d’impresa che Poste Italiane sta coniugando a tutti i livelli con l’adesione consapevole e partecipata dei dipendenti del Gruppo, a partire dalla costruzione di una rete di volontariato".

Per conoscere i dettagli dei progetti finanziati leggi lo speciale a cura dell'Agenzia Redattore Sociale.

 
Agosto 2020
L M M G V S D

Social wall CSV

Torna su