www.csvnet.it
CSVnet Centri di servizio per il volontariato

Solidarietà in Africa: dal Consorzio Spera la proposta di un albo per le Ong certificate e un percorso universitario

SperaPiù spazio ad una cultura della cooperazione, a partire dall'università, e un albo delle associazioni attive in Africa convalidato dal Ministero degli Esteri. Sono queste le istanze principali emerse dal V Congresso Nazionale SPeRA – Solidarietà, Progetti e Risorse per l'Africa – organizzato dall'omonimo Consorzio e dall'associazione Medici in Africa, in collaborazione con l'Università di Genova e il Celivo – Centro Servizi per il Volontariato di Genova.

"Volontariato e Lavoro" è stato il filo conduttore di questa edizione, caratterizzata da un'importante novità: l'avviamento, per l'anno accademico 2014/15, del primo insegnamento interscuola di cooperazione allo sviluppo nei corsi di laurea delle Scuole di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Scienze Umanistiche, Scienze Sociali, Politecnica, Medicina e Farmacia dell'Università di Genova, che ha coinvolto 300 studenti che hanno partecipato al convegno come momento propedeutico agli studi.

 

di Alessia Ciccotti

 

I risultati, anche in termini di numeri sono importanti e fanno ben sperare per il futuro, come ha affermato il prof. Massimo Ruggero, che al tavolo conclusivo ha sintetizzato questa prima esperienza così: "Abbiamo avuto numeri importanti: 190 iscritti, 310 studenti coinvolti, 70 ore complessive sull'argomento, 10 ore di corsi, 25 docenti impegnati, un mese per 2 crediti formativi".

Del resto il comparto del terzo settore, in particolare la cooperazione, ha conosciuto uno sviluppo importante. Secondo l'Istat le istituzioni non profit attive alla data del 31/12/2011 nel campo della cooperazione e solidarietà internazionale sono 3.565 (+148,8% rispetto al 1999) e nell'86,2% dei casi impiegano prevalentemente volontari (78.901 con una crescita del +130,5%).

Rispetto a questo importante sviluppo è emersa la preoccupazione, nell'ambito del convegno, per lo scarso controllo effettuabile sulle organizzazioni solidali in Africa, che possono celare obiettivi del tutto estranei – o addirittura contrari - a quelli della solidarietà.
Di qui la proposta del Consorzio SPeRA di realizzare, in collaborazione diretta con il Ministero degli Esteri, un Albo delle ONG e delle ONLUS italiane che operano in Africa che "certifichi" serietà di obiettivi e di intenti e di proporre un'evoluzione legislativa della Charity in chiave anglosassone - comprendente gli aspetti di defiscalizzazione - oltre che di formazione, innovazione e sviluppo delle reti non solo telematiche ma anche relazionali nell'Africa Subsahariana.

Sullo stesso tema

 
Dicembre 2021
L M M G V S D
15 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Social wall CSV

Torna su