Mezzo cielo da scoprire: si chiude ad Avellino la rassegna di eventi dedicata alla donna

mezzo cielo da scoprireSi è concluso ad Avellino lo scorso 14 marzo il ciclo di eventi "Mezzo cielo da scoprire" promosso dal Centro di Servizio per il Volontariato Irpinia Solidale e l'associazione TrecentoSessanta Irpinia, con la collaborazione degli uffici territoriali del Ministero dei Beni e delle attività culturali.

Nel corso dell'evento che ha chiuso la rassegna dedicata al ruolo e alla figura della donna, un'occasione per individuare una possibile "via di fuga" dalla condizione di prigionia culturale, legislativa ed economica in cui spesso si trova, è stato presentato il libro di Federica D'Isanto "Segregazione di genere e differenziali salariali nel mercato del lavoro italiano. Il caso delle organizzazioni non profit".

Dopo i temi del linguaggio e della semantica, della rappresentanza politica e sociale, della famiglia e del welfare, dopo la proiezione del film dedicato alla storia di Hanna Arendt, la filosofa ebreo-tedesca sfuggita agli orrori della Germania nazista, l'ultima tappa della rassegna è didicata al tema del lavoro e delle discriminazioni che le donne possono subire in campo occupazionale, con uno spaccato sul mondo non profit.

di Alessia Ciccotti

L'imprenditorialità sociale nel nostro Paese è un'area in forte espansione se si guarda alla sua capacità di produrre sviluppo, coesione sociale e, soprattutto, occupazione. Se si osserva l'impatto occupazionale di tutto l'universo delle organizzazioni non profit emerge che circa il 75% degli operatori è donna, di età compresa tra i 25 e i 40 anni. Si tratta di un'evidenza che merita di essere approfondita soprattutto oggi che la letteratura ha sottolineato l'impatto positivo dell'occupazione femminile sui processi di crescita economica e civile.

Il libro, presentato nella sala Ripa del Carcere Bornonico di Avellino, interroga la ricca banca dati ICSI 2007 sui lavoratori delle cooperative sociali per affrontare a viso aperto un tema attuale e, in qualche modo scabroso, per organizzazioni che hanno la solidarietà e l'uguaglianza nel proprio DNA: l'esistenza di fenomeni di discriminazione e segregazione verticale delle lavoratrici nelle cooperative sociali.

Alla presentazione hanno partecipato: Francesco Amati, presidente dell'associazione Studio legale nel sociale, l'On. Rosetta D'Amelio, presidente della Commissione Politiche giovanile della Regione Campania, Federica D'Isanto, autrice del libro e ricercatrice del Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università Federico II, Giuliana Franciosa, ricercatrice Isfol, Stefano Iandiorio, presidente del CSV di Avellino, Concetta Mattia, dirigente nazionale Anpas, Carlo Mele, direttore Caritas diocesana di Avellino, Carmen Verderosa, direttore responsabile MIVE srl.

Sullo stesso tema

 
Dicembre 2019
L M M G V S D
22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Social wall CSV

Torna su