Mer05242017

Last updateMer, 24 Mag 2017 3pm

Sei qui: Home Press Per conoscerci Storie e best practices Promozione e orientamento al volontariato

Volontariato e carcere: il Ce.Se.Vo.Ca. firma un altro protocollo d'intesa

csv cesevoca foggia Anche quest'anno il CSV Ce.Se.Vo.Ca di Foggia promuove la collaborazione tra volontariato e carcere.

E' stato, infatti, firmato il 31 marzo 2015 un protocollo d'intesa tra il CSV Ce.Se.Vo.Ca. di Foggia, l'UEPE Foggia (Ufficio Esecuzione Penale Esterna) e l'Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Foggia.

La sottoscrizione del protocollo, avvenuta da parte del presidente del Ce.Se.Vo.Ca., Pasquale Marchese; del direttore dell'UEPE Foggia, Angela Intini e del magistrato dell'Ufficio di Sorveglianza di Foggia, Ugo Bassi, rappresenta l'avvio formale di un progetto che vedrà impegnati 22 volontari appartenenti a diverse associazioni di Capitanata in un periodo di tirocinio formativo gratuito presso l'Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Foggia.

Obiettivo dell'accordo è quello di realizzare una proficua e continuativa collaborazione tra i soggetti firmatari, riconoscendo il ruolo che potrà svolgere il Ce.Se.Vo.Ca. nel promuovere, a livello informativo, la prestazione, presso l'Ufficio di Sorveglianza, di attività gratuita da parte di assistenti volontari, appartenenti ad associazioni di volontariato del territorio, individuati sulla base dei criteri dell'art. 78 OP (Ordinamento Penitenziario).

I volontari, dunque, saranno impegnati in attività culturali e ricreative a sostegno dei detenuti e degli internati, per il loro futuro reinserimento nella vita sociale

"Il Ce.Se.Vo.Ca. – commenta il presidente, Pasquale Marchesesi è impegnato a sensibilizzare le associazioni di Capitanata, informandole sulle opportunità di svolgere attività di tirocinio volontario presso l'Ufficio di Sorveglianza. Prossimamente, in accordo con UEPE, sosterremo e promuoveremo incontri di formazione e informazione, rivolti a volontari di Capitanata, sulle opportunità ex art. 78 OP, con particolare riferimento all'Ufficio di Sorveglianza. Questo protocollo – continua - aggiunge un altro tassello alla collaborazione ormai pluriennale con UEPE Foggia, che ha visto nel tempo crescere le sinergie con altri attori del territorio. Lo scorso anno sono stati sottoscritti protocolli con i tre Istituti Penitenziari di Capitanata, per favorire il volontariato all'interno delle case Circondariali e con il Tribunale di Foggia per la diffusione dell'Istituto del Lavoro di Pubblica Utilità. Ritengo si sia sulla strada giusta: quella del volontariato in ambito penitenziario è un tema attuale e una scommessa per il futuro, che ci vede anche impegnati in prima linea. Tra pochi giorni, infatti, partirà la terza edizione di 'Innocenti Evasioni', il progetto di lettura che realizziamo con il Centro Studi Diomede di Castelluccio dei Sauri nella Casa Circondariale di Foggia".

Il protocollo con l'Ufficio di Sorveglianza prevede la presenza di un numero massimo di tre volontari contemporaneamente: ciascuno di loro sarà impegnato per due ore al giorno per tre giorni alla settimana, secondo orari e modalità da concordare con il Magistrato di Sorveglianza.

"In considerazione del numero dei volontari disponibili – spiega Marchese - il tirocinio potrà avere una durata da un minimo di tre settimane a un massimo di tre mesi, a seconda della disponibilità dei volontari. Concluso il periodo di volontariato, il Magistrato di Sorveglianza rilascerà ad ogni volontario un attestato, avente ad oggetto l'attività prestata in favore dell'Ufficio".

Per maggiori informazioni visita il sito www.cesevoca.it

Leggi anche:“D(i)ritto al volontariato”: protocolli d’intesa tra Ce.Se.Vo.Ca., UEPE e Istituti Penitenziari di Lucera e San Severo

 

Progetto "Stacco": 140mila euro dalla Regione Veneto

stacco Il progetto "Stacco", (Servizio di Trasporto e Accompagnamento) rivolto a persone con ridotta mobilità, può contare con il sostegno della Regione Veneto, che premia, con 140mila euro, il virtuosismo del servizio di trasporto solidale avviato nel 2004.

Leggi tutto...

Carte che liberano: l'amministratore di sostegno scelta e opportunità per le famiglie

cartecheliberanoLo scorso 6 settembre a Pescara è stato presentato il progetto "Cartecheliberano - l'amministratore di sostegno: una scelta e un'opportunità per le famiglie", rivolto alla popolazione abruzzese e in particolare alle famiglie con un componente privo in tutto o in parte di autonomia, ai possibili beneficiari, alle associazioni di familiari e alle associazioni per la famiglia.

Alla presentazione hanno preso parte l'assessore regionale alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, insieme ai rappresentanti degli enti promotori: il Centro Solidarietà Incontro Ascolto e Prima Accoglienza onlus di Chieti, in partenariato con il CSV di Chieti, il Dipartimento di Salute Mentale della Asl2 Lanciano Vasto Chieti, la Fondazione Mario Negri Sud, le associazioni Meridiani paralleli, la Casa di Pina, Orizzonte e Altri Orizzonti.

L'iniziativa prevede una campagna informativa sull'Amministratore di sostegno, con 3 video clip che stanno già andando in onda sulle emittenti locali.

Leggi tutto...

Si chiude con Sandro Bonvissuto il ciclo di incontri con gli scrittori nel carcere di Foggia

csv cesevoca foggia 220x150"Fuori magari c'è poco tempo ma tanto spazio. Qui invece è il contrario. C'è tanto tempo ma poco spazio. Ed è questo in un certo senso il cortocircuito. Venti ore al giorno dentro tre metri per due in tre, quattro persone". La vita in cella, la condizione dei detenuti, la loro percezione del tempo e dello spazio, e il muro "che non è quello di casa, con le porte e le finestre. Quando scopri quello che c'è qui, capisci la differenza". Sono stati questi i temi più dibattuti nel corso dell'incontro che Sandro Bonvissuto, autore di "Dentro" (Einaudi), ha tenuto lo scorso 15 dicembre nel teatro della Casa Circondariale con i detenuti foggiani, introdotto da Michele Trecca di Ubik.

Un confronto acceso e sentito, con numerosi interventi e spunti di riflessione. Grande l'interesse dei detenuti della sezione AS (Alta Sicurezza) che il libro di esordio dello scrittore romano, laureato in Filosofia all'Università La Sapienza di Roma e che di mestiere continua a fare il cameriere in una osteria, lo avevano già letto e indagato nell'ambito del gruppo di lettura chiamato "Innocenti Evasioni II".

 

Leggi tutto...

Lo scrittore Maurizio De Giovanni in carcere a Foggia per presentare il suo ultimo libro

 in-fondo-al-tuo-cuore-1401196351Grande e sentita la partecipazione dei detenuti della casa circondariale di Foggia alla presentazione del libro "In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi" del giallista napoletano Maurizio De Giovanni, che si è tenuta giovedì 4 settembre.

Lo scrittore, a Foggia per inaugurare "Questioni Meridionali", il festival ideato da SpazioBaol, in collaborazione con la Fondazione Banca del Monte e Ubik, ha accettato l'invito di Libera. Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie e del presidente del Ce.Se.Vo.Ca., il CSV di Capitanata, Pasquale Marchese a tenere nella stessa giornata un incontro anche all'interno dell'istituto penitenziario, con il supporto della libreria.

Nel teatro della casa circondariale, oltre 70 detenuti delle sezioni AS (Alta Sicurezza) e "Comuni" Nuovo Complesso hanno ascoltato con grande attenzione lo scrittore, che ha spiegato la genesi del suo romanzo e letto e interpretato due racconti.
De Giovanni è stato introdotto dal direttore del carcere, Mariella Affatato, che ha sottolineato l'importanza del momento e il valore della presenza dello scrittore in carcere e da Daniela Marcone di Libera – accompagnata dai volontari Sasy Spinelli e Giuseppe De Pellegrino - che ha spiegato il significato e la mission dell'associazione.

 

Leggi tutto...

Notizie correlate