Sab08192017

Last updateMer, 02 Ago 2017 5pm

Sei qui: Home Notizie Tutte le notizie CSV CSV Etneo rinnova le cariche nel segno della continuità

CSV Etneo rinnova le cariche nel segno della continuità

salvo raffa

Salvatore Raffa confermato presidente: "Impegno che prosegue con nuove sfide legate alla riforma del Terzo settore"

Salvatore Raffa è stato confermato presidente del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo. Il giovane volontario, 37 anni, di Acireale, ha ricevuto il nuovo mandato dal Consiglio Direttivo, riunitosi per la prima volta dopo l’ultima Assemblea dei soci.

Sono stati nominati anche Armando Paparo nel ruolo di vicepresidente e Santo Carnazzo come segretario. Gli altri consiglieri espressi dalle organizzazioni di volontariato sono Carmelo Bianchini, Antonino Bonina, Lorenzo Colaleo, Vincenzo Guarasci, Paolo Santoro.

Le nuove cariche sono state assegnate alla vigilia di profonde trasformazioni che interesseranno i Centri di Servizio per il Volontariato, a seguito dell’approvazione della legge che cambierà radicalmente il Terzo Settore. "Proseguo l’impegno consapevole delle difficoltà che ci attendono – dice Salvo Raffa – in forza di una riforma che da qui a breve potrà cambiare il nostro modo di pensare, gestire ed organizzare lo stesso Centro. Sarà un’ulteriore sfida, politica ma non solo, che speriamo possa essere affrontata nel miglior modo possibile e che richiede più che mai l’aiuto ed il contributo di tutti".

"Ringrazio tutti i consiglieri per la nuova fiducia accordata; riprendiamo il percorso insieme facendo tesoro e memoria dell’esperienza sin qui svolta, valorizzando gli aspetti positivi e cercando di risolvere ogni problema o criticità. Quello di queste settimane – conclude il presidente – sarà un periodo di ascolto, verifica e programmazione, con l’obiettivo di mettere il CSVE nelle condizioni di servire al meglio il volontariato, indipendentemente dal ruolo e dall’assetto che la legge gli assegnerà".

All’assemblea elettiva, svoltasi nella Casa del Volontariato di Librino dove si è riunito anche il Consiglio, hanno partecipato quasi 200 associazioni delle quattro province servite dal CSV: Catania, Enna, Ragusa e Siracusa. La nuova presidenza ha annunciato che nel prossimo Consiglio Direttivo, previsto a settembre, saranno assegnate altre deleghe ai consiglieri, oltre a quelle statutarie, con l’obiettivo di migliorare il funzionamento del Centro di Servizio e rispondere più efficacemente ai bisogni delle associazioni, tanto più in una fase di trasformazione come quella attuale.