Nasce la versione braille della rivista Comunicare il Sociale

Grazie alla collaborazione con Univoc locale, il mensile del Csv Napoli sui temi del volontariato e del  terzo settore sarà pubblicato anche nel formato per ciechi. Il progetto rientra nella campagna di comunicazione #diventovolontario 

di Andrea Lastella

 

Comunicare il Sociale, mensile cartaceo e online edito dal Csv Napoli, diventerà accessibile anche ai non vedenti. Una selezione di articoli sarà infatti trascritta in braille, grazie alla collaborazione con l’Unione nazionale italiana volontari pro ciechi della sezione di Napoli (Univoc di Napoli).

La rivista nasce come approfondimento culturale su temi di particolare interesse per il volontariato e il terzo settore ed ha lo scopo di rendere fruibile un’informazione che è erroneamente considerata di nicchia, ma che spazia in tutti i settori di interesse collettivo e che va dall’ambiente, all’economia, passando per temi delicati come quello dei migranti, della legalità, e dei minori. Comunicare il Sociale, inoltre, punta ad essere sempre più la voce delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato del territorio, ospitando storie, interviste e racconti di una realtà che conta circa 1500 associazioni di volontariato con un numero stimato di volontari non inferiore a 10 mila persone.

Da marzo 2017, dopo un periodo di pausa, la versione cartacea della rivista è stata riproposta con una veste grafica tutta nuova. E da oggi, grazie al progetto con un Univoc, cento non vedenti della provincia di Napoli riceveranno ogni mese una copia in formato braille della rivista: un modo per ampliare la platea dei lettori ma anche di offrire un’opportunità in più di coinvolgimento e accesso all’informazione.

 “Siamo il primo Csv d’Italia a promuovere un servizio del genere - ha sottolineato il presidente del Csv Nicola Caprio -; da tre anni, dall’inizio della mia presidenza, stiamo lavorando per dare al mondo del volontariato più spazio e più opportunità, cercando di essere inclusivi e condividendo valori e obiettivi. Penso agli sportelli territoriali, alle agenzie di cittadinanza e a molte altre iniziative. La campagna di comunicazione si inserisce proprio in questo solco”.

L’iniziativa rientra tra le azioni della campagna di comunicazione #diventavolontario, presentata insieme alla rivista lo scorso 28 maggio e che prevede affissioni sui bus di Napoli e provincia, una serie di video virali da condividere sui social network e uno spot che racconta l’agire volontario proprio dei lettori.

Sullo stesso tema

 
Giugno 2018
L M M G V S D

Social wall CSV

Torna su